MOTTO DELLA CONGREGAZIONE

1. La missionaria di S. Antonio Maria Claret, destinata a rappresentare la paternità e la bontà di Dio in questo mondo, dovrà avere sempre incisa sulle labbra e nel cuore, la Bontà che caratterizza il vero soldato di Cristo Redentore e la Gioia celeste, delle vere figlie della Croce. Queste due virtù saranno il movente che trasformerà tutta la vita della missionaria.

2. Le figlie di questa Congregazione, rivestite dalla dolcezza e dalla gioia materna, dovranno vedere Dio in tutte le creature e riconoscere il valore infinito di ciascuna anima. Le suore non dovranno temere la Croce, la fatica, il disinganno perché l'apostolato non penetra in un cuore meschino, pusillanime, pauroso, che cerca la dolcezza nella pietà e la sensibilità spirituale. Dovranno desiderare sempre di assaporare l'asprezza dell'immolazione quotidiana, permessa e inviata dalla Divina Provvidenza. Sempre buone e gioiose, dovranno aspirare solo al valore del sacrificio compiuto ogni istante, che le porti ad immolare tutto per condurre sempre più le anime a Cristo Redentore.

3. La caratteristica particolare della Congregazione è quella di trasformare in un olocausto perenne e totale la vita di ogni figlia, in qualsiasi settore di lavoro si svolga, fino al più umile ed occulto. È quella di far ardere ogni figlia di quella carità che la eleverà fino a dimenticarsi interamente di se stessa per, così, consacrarsi solo all'amore di Dio e dei suoi fratelli, dedicando tutta la sua esistenza all'apostolato tra i malati, gli affaticati ed i sofferenti, felice di consumarsi come una lampada senza mai dar segno di stanchezza, possedendo l'unico desiderio di portare conforto a tutti e guadagnare al suo Signore anime e più anime.

4. Il tesoro di ogni missionaria è completare ciò che manca alla Passione di Cristo, camminando intrepida per la via irta di pericoli, imprevisti, rischi, disprezzi e minacce; anche sapendo che ad ogni passo potrebbe incontrare la morte occulta, la missionaria segue, va avanti, con il cuore sereno e fiducioso, perché la divisa che le fa da corazza, Bontà e Gioia, la rende pronta a sfidare le difficoltà fino al martirio, se sarà necessario, perché sorridendo e cantando le lodi del Signore, saprà sacrificarsi sul campo di battaglia.

5. Questo è il significato del nostro motto: questo è lo spirito che dovrà rivestire costantemente ogni figlia carissima di questa Famiglia Missionaria.