Le Tappe Formative


Animazione vocazionale


Consapevoli del nostro impegno con la Chiesa e la Congregazione, condividiamo, con la comunità cristiana, la responsabilità di favorire e stimolare nelle giovani la risposta alla chiamata di Dio a una vita consacrata esclusivamente a Lui e al servizio dei poveri più poveri.



Discernimento vocazionale


Durante l’accompagnamento vocazionale venga realizzato con la giovane un processo di discernimento in clima di ascolto, dialogo, preghiera e conoscenza della vita e del carisma della Congregazione, in modo che essa possa fare un’opzione vocazionale libera e responsabile.




   


Accoglienza alle vocazionate

Accogliamo le vocazionate come dono di Dio e come nostre sorelle. Con la testimonianza di vita, espressione del nostro amore, noi le aiutiamo a sentirsi in famiglia.

Cerchiamo di renderle partecipi della nostra esperienza comunitaria e congregazionale, valorizzando la ricchezza dei loro talenti e doni, rispettando ciascuna di loro con le proprie qualità e limitazioni.



Pre-noviziato

Il pre-noviziato è una fase di discernimento vocazionale, nella quale la formanda cerca di conoscere il carisma della Congregazione e adattarsi gradualmente ad esso.

Da parte sua la Congregazione può valutare l’idoneità della candidata alla vita religiosa come Missionaria Claretiana. Durante questo tempo la formanda, accompagnata dalla formatrice, è aiutata a conoscere le proprie attitudini per vivere in comunità e assumere progressivamente le esigenze della nostra vita missionaria.


Noviziato

Le novizie s’impegnano ad esercitarsi nella pratica dei consigli evangelici e delle virtù, seguendo l’esempio della Vergine Maria, facendosi discepole di Gesù Cristo.

Nella preghiera personale, comunitaria e liturgica, nel confronto con la Parola di Dio, nell’ascesi evangelica e nell’accettazione del mistero della croce, nello studio e nel vivere gli elementi del carisma, le novizie crescono nella comprensione del senso e delle esigenze della propria vocazione.

Nell’approfondimento della vita, della storia e del carisma della Congregazione, le novizie rafforzano il senso di appartenenza alla Famiglia Religiosa, e assimilano i valori e gli impegni della nostra vocazione missionaria.


Giuniorato

Gli obiettivi principali di questa tappa sono: consolidare la formazione religiosa; favorire la crescita umana e la preparazione professionale; approfondire la vita interiore, lo spirito religioso e apostolico; dare stabilità e fermezza alla propria vocazione e inserirsi gradatamente nella vita e missione della Congregazione.

Le juniores assumono l’impegno apostolico e partecipano a esperienze ecclesiali e sociali, tenendo conto della dimensione missionaria del nostro carisma.


Durata del giuniorato

Il giuniorato comprende il periodo dalla prima professione a quella perpetua. Normalmente dura cinque anni.

Allo stesso modo, la giuniora che non si ritiene preparata per emettere la professione perpetua nel tempo previsto, chiede per iscritto la proroga o la dimissione, esponendo le proprie ragioni.


Professione perpetua

Durante l’anno che precede la professione perpetua, si dia alle juniora una preparazione più intensa, seguendo una programmazione adeguata.

La vita spirituale, lo studio e la riflessione siano i punti forti di questa preparazione.


Formazione continua

La fedeltà alla nostra vocazione missionaria e la risposta alle trasformazioni che attraversa l’umanità esigono da noi una formazione continua a livello spirituale, teologico, apostolico e tecnico.

Essa si sviluppa nell’esperienza, nella preghiera, nello studio e nella riflessione, in sintonia con il Vangelo, il carisma della Congregazione, le direttive della Chiesa e le necessità della missione.